Vi racconto una Storia...

Breve lezione di metodo storico

Chi è lo storico?

Text

"Il bravo storico è come

l’orco della fiaba.

Egli sa che là dove fiuta

carne umana,

là è la sua preda"

 

Marc Bloch

Chi è lo storico?

Text

1. Lo storico, come un buon investigatore, è alla ricerca di tracce/prove

Chi è lo storico?

Text

2. Lo storico non studia "il passato", ma l'uomo del/nel passato

Chi è lo storico?

Text

3. Lo storico deve analizzare le tracce e farle dialogare tra loro per ricostruire la Storia

Cosa sono le "tracce"?

Text

  • Le "tracce" vengono tecnicamente definite "fonti"
  • Fonti storiche: tracce di diversa natura lasciate dall'uomo nel suo percorso storico che vengono scoperte, analizzate e interpretate dallo storico per ricostruire l'uomo del/nel passato.
  • Concetto di fonte si è modificato nel tempo.
  • Diverse classificazioni delle fonti:
    • in base al materiale (fonti scritte, fonti orali, fonti mute, fonti iconografiche)
    • in base ai soggetti che le propongono (fonti primarie, fonti secondarie)
    • in base alla finalità (fonti volontarie, fonti involontarie - Monumento/documento secondo Le Goff)

Cosa sono le fonti?

Text

Ogni epoca storica ha le sue fonti.

 

La maggior parte delle fonti vengono conservate in apposite strutture pubbliche per poter essere conservate:

Molte fonti si trovano nelle abitazioni o strutture private e sono difficili da trovare e da studiare.

Come lavora lo storico?

Text

4 fasi della ricerca:

  1. Domanda al passato 
  2. Individuare le fonti (nelle strutture o eventualmente pensare a come recuperare quelle private)
  3. Analizzare le fonti (quando? chi? perché? cosa? come e perché è stata conservata?)
  4. Interpretare le fonti per trovare una risposta alla domanda iniziale 

 

 

La ricerca storica si basa su un METODO (dati e procedimento) e, per questo motivo, viene classificata come SCIENZA

Come lavora lo storico?

Text

"Prima di ogni altra cosa,

la ricerca storica è questo:

è il rapporto diretto

che uno studioso instaura

con la sua fonte" 

(Sergio Luzzatto)

Come lavora lo storico?

Text

Come ogni scienza, c'è rischio/possibilità di commettere alcuni errori dovuti a:

  • problema nel recupero delle fonti (problema delle "assenze")
  • errori di valutazione durante l'analisi (es. data)
  • rischio di eccessiva soggettività dello storico nella fase di interpretazione (rischio della "manipolazione")

Alcuni consigli per evitarli/ridurli:

  • farsi aiutare da personale specializzato nella conservazione e catalogazione delle fonti
  • lo storico deve conoscere tecniche diverse per analizzare fonti di diversa tipologia
  • necessità di far dialogare diverse tipologie di fonti per avere grado di certezza e di oggettività maggiore

Quale scopo ha la ricerca storica?

Text

"Il mestiere di storico

non presume soltanto

la dimensione dello studio,

presume anche

la dimensione del racconto"

(Sergio Luzzatto)

Quale scopo ha la ricerca storica?

Text

La storia non è soltanto scienza, è anche ARTE (arte di raccontare).

"Il romanziere è lo storico del presente,

mentre lo storico è il romanziere del passato" 
(Georges Duhamel)

Diverse modalità per raccontare (libri, articoli per riviste, prodotti audiovisivi, mostre, sito internet)

Dal carcere alla libertà

Un esempio di ricerca storica

Text

Dal carcere alla libertà - progetto

Text

  • CHI - gruppo di quattro ricercatrici storiche dell'Istituto della Resistenza di Varallo
  • QUANDO - in occasione del 70° anniversario della Liberazione
  • DOVE - nasce a Varallo grazie ad una rete di amicizie/collaborazione
  • COSA- studiare contributo delle donne all'antifascismo e alla Resistenza
  • PERCHE' - far conoscere ai ragazzi una parte della nostra storia

Dal carcere alla libertà - Le fonti

Text

Dal carcere alla libertà - Le fonti

Text

Dal carcere alla libertà - Le fonti

Text

  • FONTI SECONDARIE

Dal carcere alla libertà - il sito

Text

  • Analisi delle fonti trovate
  • Interpretazione delle fonti: molte donne erano state in carcere e avevano raccontato la loro esperienza
  • Racconto della nostra ricerca: realizzazione di un sito dove raccogliere BIOGRAFIE e TESTIMONIANZE di donne che, a partire dall'antifascismo e arrivando fino a oggi, si sono battute e sono state in carcere
    • si può interrogare in modo "verticale" o "orizzontale"
    • possibilità di contribuire attivamente con nuove storie
    • pagina facebook dove condividiamo nostre iniziative, articoli sul tema o riflessioni su alcuni fatti recenti

Dal carcere alla libertà - contributi

Text

Si può contribuire in due modi:

  1. ricostruire biografie di donne che hanno vissuto l'esperienza del carcere per motivi politici, anche attuali (es. Angela Davis, Aung San Suu Kyi, Malala Yousafzai)

Dal carcere alla libertà - contributi

Text

2. raccogliere testimonianze dirette (scritte o orali) di donne che sono state private della libertà per motivi politici (es. partigiane, antifasciste, "ribelli", ...)

Consigli per una buona intervista

Text

  • Raccogliere informazioni preliminari sulla storia dell'intervistato attraverso fonti primarie o fonti secondarie
  • Procurarsi strumenti tecnici adeguati (videocamera, macchina fotografica, tablet, smartphone)
  • Scegliere ambiente confortevole per la persona intervistata
  • 2 modalità per gestire l'intervista:
    • intervista libera (poche domande)
    • intervista guidata (sulla base di domande precise da preparare prima dell'intervista)
  • attenzione all'inquadratura (sulle storie di vita meglio inquadratura stretta sul volto per cogliere le emozioni)
  • fare attenzione a non interrompere il discorso con commenti o altre domande

Consigli per una buona intervista

Text

Da 10.58

Un piccolo esercizio

Text

Da 10.58

La missione della Storia

Text

"Poi la gente,
perché è la gente che fa la Storia,
quando è il momento di scegliere
e di andare te la ritrovi
tutta con gli occhi aperti
che sanno benissimo cosa fare
quelli che hanno letto un milione di libri
e quelli che non sanno nemmeno parlare
è per questo che la Storia dà i brividi
e nessuno la può cambiare"

(Francesco De Gregori)